Fai il primo passo insieme a noi

Sala d’attesa & Bibliobar

L’attesa spesso irrita anche la persona più paziente del pianeta.

Non se dovrai aspettare qualcosa o qualcuno a Primo Passo!

La nostra hall denominata “sala d’attesa” è dotata di una piccola reception accogliente, delle comode sedie, oltre a due distributori automatici di bevande calde o fredde oppure degli spuntini, che completano spesso la conversazione.

Nella nostra sala d’attesa si incontrano genitori orgogliosi, in occasione di varie attività educative che hanno scelto per lo sviluppo armonioso dei propri figli.

Balli popolari, lezioni di canto o pianoforte, balletto, laboratori creativi o teatro sono solo alcune delle attività che uniscono e sviluppano amicizie tra i membri della nostra scuola, sia nelle aule, sia nel piccolo atrio, dove i genitori trovano alcuni momenti di tregua per una piacevole conversazione.

Le discussioni in sala d’attesa sono tra le più interessanti, sia attraverso la comunicazione linguistica derivante dai dialetti romeno e italiano, sia attraverso gli argomenti. Dal banale “come stai?” fino a confessioni dell’anima, i temi affrontati essendo tra i più svariati.

A prescindere dagli argomenti trattati in sala d’attesa, le persone che varcano la soglia di Primo Passo hanno un obiettivo comune: l’educazione attraverso l’arte.

E questa sensazione, che viviamo grazie la gioia e il trambusto della sala d’attesa, ci ispira e ci determina a mettere sempre la nostra anima in ciò che facciamo.

Ma anche per dire un profondo “Grazie!” 🙂 a tutti coloro che varcano la nostra soglia.

Il Bibliobar Primo Passo è uno spazio culturale in un ambiente semplice ma favoloso, un luogo pensato per coccolarci e avvicinarci gli uni agli altri.

La struttura accoglie volumi di consultazione gratuita, essendo uno spazio dove si tengono numerose attività culturale come: laboratorio creativo per bambini, presentazioni di libri, attività musicali, letture e incontri tematici.

Così, mentre si degusta un buon caffè, oppure si sgranocchia qualcosa in relax, il nostro Bibliobar diventa anche un rifugio accogliente per tutti, dai più piccoli ai più grandi.

ORARI:

Da Lunedì a Sabato dalle 14.00 alle 21.00.

L’orario può variare secondo gli eventi che verranno organizzati durante l’anno.

La missione del Dipartimento Media è promuovere i valori della Scuola di Danza e Arte Primo Passo. Questo obiettivo viene raggiunto generando una migliore visibilità della nostra Scuola e creando e mantenendo un’immagine positiva di tutto ciò che accade all’interno della nostra grande squadra.

Dal 2021, abbiamo anche una rivista interna – IR,

La redazione IR è coordinata dalla direttrice responsabile, la giornalista Luiza Dinica e dal direttore generale, Iurie Raileanu.

La sezione di creazione e produzione di foto-audio-video, realizzata in collaborazione con USIABC Studio di Torino, è parte integrante del Dipartimento Media.

Se vuoi usufruire dei nostri servizi, ci trovi presso la sede del Dipartimento Media della Scuola Primo Passo, in via Gressoney 29 / B, Torino.

Siamo a tua disposizione con idee e soluzioni in base alle tue esigenze!

Iurie Raileanu:

– coordina le attività del gruppo di Comunicazione e Marketing;

– partecipa alla progettazione e sviluppo di materiali finalizzati alla promozione dell’immagine.

 

Simone Dilucia:

  • studia e sviluppa il Brand Primo Passo, trasforma le nostre idee in realtà;
  • realizza il design dei materiali grafici (dépliant, poster, ecc.) e coordina l’attività fotografica e video.

 

Ioan Ungurianu:

– fornisce assistenza tecnica;

– realizza materiale fotografico / video / audio promozionale e di presentazione.

 

Luiza Dinica:

– scrive il contenuto dei materiali informativi (dépliant, poster, interviste, annunci, relazioni, comunicati stampa, ecc.), realizza interviste e reportages per il Dipartimento Media Primo Passo;

– stabilisce e sviluppa i rapporti con i media e le autorità.

Intervista Raileanu Iurie

Fondatore e Direttore artistico della Scuola di Danza e Arte Primo Passo, insegnante di balli folkloristici.

Iurie Raileanu si distingue per il suo innato talento per la danza e la sua passione per il folklore.

Spontaneo ed energico, con una vasta esperienza nel mondo della danza, Iurie Raileanu è insegnante di balli folkloristici e offre servizi di coreografia, anche per la danza più importante della vita di una coppia: il ballo degli sposi.

“La mia coreografia è l’affermazione di ciò che la mia anima a parole non può esprimere. A volte, seppur sento il bisogno di dire qualcosa, stento a trovare le parole giuste. Allora, mi alzo e ballo”. Iurie Raileanu

Con circa 20 anni di esperienza come ballerino e oltre dieci anni come istruttore e coreografo, Iurie Raileanu spiega perché i giovani dovrebbero imparare le danze tradizionali.

“Tramite la tradizione manteniamo la nostra identità, instaurando relazioni stabili con gli altri, ma anche con noi stessi. La danza è salute, amici, famiglia. La danza cambia destini! Molte volte, arrivano da noi persone che si sentono smarrite. Una volta che iniziano i corsi diventano più fiduciosi, coraggiosi, audaci, scoprono in loro risorse e capacità inesauribili che aiutano loro sia personalmente, sia professionalmente”, dichiara Iurie Raileanu.

Carismatico, energico, appassionato di danza e con spirito pedagogico, dotato di capacità di leadership, Iurie ha una visione a lungo termine, essendo quello che guida la squadra verso il raggiungimento degli obiettivi.

Intervista Igor Matyushenko

Campione di ginnastica artistica, artista circense, combattente in guerra e costruttore di tecnologie radio elettroniche, la vita del grande maestro russo Igor Matyushenko sembra in sé un infinito esercizio di acrobazia.

Facile vederlo in tv, sembra quasi impossibile averlo davanti.  E invece, si può!

Igor Matyushenko è ora il nostro nuovo docente che farà salire gli allievi della Scuola di Danza e Arte Primo Passo fino alle stelle, con i suoi straordinari numeri acrobatici.

Igor Matyushenko nasce a Tashkent nel 1968. All’età di dieci anni inizia gli studi di acrobatica presso la Scuola di acrobatica dell’USSR e contemporaneamente inizia il percorso formativo che lo porterà a diventare costruttore di tecnologie radio elettroniche.

Tra il 1985 e il 1990 insegna acrobatica presso la specifica scuola in Uzbekistan e si arruola partecipando attivamente per 3 anni alla Guerra in Afghanistan, dove continua a ricevere medaglie. Per le attività in grado di militare e stato medagliato da Gorbaciov.

Nel 1989 ottiene il diploma di Master Sport in USSR e dal 1990 al 2001 ottiene un numero considerevole di soddisfazioni lavorative lavorando in importantissimi circhi internazionali in India, Asia, America e Italia, collaborando con Davide Orfei, Lidia Togni, Martini Orfei e vincendo la medaglia di Bronzo al Festival Mondiale di Mosca con una performance di acrobatica.

Lavora per quattro anni, fino al 2001, presso l’Accademia del circo di Cesenatico e, dopo aver prestato servizio come elettricista nel 2001, viene assunto come istruttore di acrobatica e fitness presso la società Airone di Mantova.

Nel 2003 inizia un percorso lavorativo che durerà 10 anni, fino al 2013, presso l’Agenzia Formativa Forcoop, come insegnante di acrobatica nel corso professionale per artista di circo contemporaneo della scuola di circo “Vertigo” di Torino.

Nel corso degli stessi anni ottiene importanti contratti di lavoro in produzioni del calibro del Teatro Regio di Torino (Aida), Fondazione Arena di Verona (Barbiere di Siviglia), della Cirque Production at Dream Studio’s in U.S.A. e uno show con Arturo Brachetti, quattro anni di partecipazione nella giuria come rappresentante dell’Italia per il Festival Mondiale del Circo per bambini in Russia e Ucraina.

Nel corso degli anni, i suoi allievi hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti.

Nel 2011 vince il programma televisivo Rai “Vengo anch’io”, condotto da Fabrizio Frizzi, con una esibizione di acrobatica in coppia con il figlio Andrea e nel 2013 nuovamente sul grande schermo esibendosi con una performance sempre in coppia con il figlio nel programma tv condotto da Barbara d’Urso, in occasione della notte di Capodanno e nel programma Domenica live su Canale 5, il figlio a 11 anni recita nel film dal titolo “Un caso di coscienza” e nel film “Italian Movies” di Matteo Pellegrini.

Raggiunge nel 2012 la finale del Talent show “Italia’s Got Talent” con una performance di acrobatica, assieme al suo figlio Andrea, di soli 10 anni, pluricampione italiano di acrobatica, acro sport e trampolino elastico, campione del mondo di danze sportiva in più categorie per la squadra italiana.

Nel 2013 ha montato la coreografia e le acrobazie delle cheerleaders della squadra di calcio Napoli.

Ha partecipato a Sanremo del 2014 come ospite.

Nell’ottobre del 2013 ha iniziato i corsi di acrobatica a Pianezza, partecipando poi con i suoi allievi come ospiti speciali della trasmissione Zecchino d’oro su Rai 1.

Ha lavorato al Teatro Nuovo di Milano con il Musical Hotel Transilvania.

L’anno corrente si apre con un ennesimo riconoscimento proprio nel giorno del suo quarantacinquesimo compleanno, aggiudicandosi la medaglia d’argento ai Campionati mondiali di danza sportiva.

Non so se si chiama destino, ma so di sicuro che Igor, indipendentemente dei tempi di pace o guerra, vissuti pienamente, ha scelto di costruirsi una carriera, trovando il coraggio di perseguire i propri sogni.

Se vuoi allenarti con Igor, ora ne avrai l’occasione, perché da giugno 2021 il grande maestro sarà presente nella nostra sede.

Per quanto riguarda i suoi numeri acrobatici, Igor ci ricorda il solito detto:

Nulla è impossibile, basta volerlo davvero!

Luiza Dinica

Intervista alla ballerina Sofia Zaynetdinova

Laureata in Russia come insegnante di discipline coreutiche e coreografa presso l’Università Statale degli Studi della Cultura e delle Arti di San-Pietroburgo, Sofia comincia a danzare quando era piccola ed è proprio per questo che tanti ricordi della sua infanzia sono legati alla magica atmosfera dello spettacolo.

Read More

Studio della danza classica

Il percorso della scuola di danza e arte è indirizzato all’apprendimento tecnico-pratico della danza e allo studio del suo ruolo nella storia e nella cultura. Guida bambini e ragazzi ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità, oltre a maturare le competenze necessarie per acquisire, anche attraverso specifiche attività funzionali, la padronanza dei linguaggi coreutici sotto gli aspetti dell’interpretazione, esecuzione e rappresentazione, maturando la necessaria prospettiva culturale, storica, estetica, teorica e tecnica. Il percorso è articolato in 8/9 anni di formazione e comprende le materie obbligatorie e facoltative:

  • Baby dance (percorso di 1-2 anni);
  • Propedeutica alla danza (percorso di 2-3anni);
  • Danza classica accademica (percorso di 8anni);
  • Danza carattere /folk
  • Danza storica;
  • Danza moderna/contemporanea;
  • Laboratorio coreografico;
  • Sbarra a terra;
  • Pilates;
  • Teoria e pratica musicale per la danza;
  • Storia della danza

Baby-dance è rivolto ai bambini dai 4 ai 5 anni con un programma che comprende giochi ritmici, ascolto musicale ed esercizi divertenti rivolti a preparare il fisico dei bambini alla danza e aiutare a trovare maggiore sicurezza e autocontrollo nel movimento.

Propedeutica alla danza è destinata ai bambini dai 6 ai 8 anni.

Il programma prevede movimenti ginnici rivolti all’acquisizione della postura e delle impostazioni corrette e l’adeguato sviluppo della muscolatura, fondamentale per sostenere poi le lunghe esercitazioni alla sbarra e gli esercizi sulle punte, ritmi musicali, movimenti nello spazio, esercizi di coordinazione e prime nozioni di danza classica alla sbarra e al centro.

Danza classica accademica per bambini dai 9-10 anni.

La danza classica è una forma d’arte completa. Considerata la madre di tutte le danze ed uno strumento fondamentale al fine di sperimentare ed apprendere qualsiasi altro stile, è una disciplina che trasmette benefici dal punto di vista fisico, psicologico ed emotivo.

La danza classica è un’arte e una disciplina che si esprime nel movimento secondo un piano prestabilito articolato in 8 anni. Il metodo Vaganova è una tecnica di insegnamento della danza classica elaborata negli anni dal 1917 agli anni cinquanta a Leningrado in Unione Sovietica da Agrippina Jakovlevna Vaganova, presso l’Accademia del Teatro Kirov, che prese da lei il nome di Accademia Vaganova. Il metodo Vaganova unisce in modo armonioso l’eleganza della tradizione francese del balletto classico e la tecnica impeccabile della scuola italiana. Il metodo venne ufficialmente riconosciuto ed esportato in tutto il mondo.

Danza carattere accademica completa lo studio della danza classica, sviluppa principalmente la fisicità, l’espressività corporea e le capacità interpretative. Offre un’approfondita conoscenza del bagaglio coreografico culturale dei popoli, in chiave accademica. Durante la lezione viene utilizzata la scarpa con tacco.

Danza storica è una disciplina obbligatoria nel sistema di istruzione coreografica. Il vasto repertorio operistico e di balletto richiede una conoscenza precisa delle danze di diverse epoche e la capacità di trasmettere lo spirito di determinato periodo. Per comprendere meglio determinate scelte tecniche e stilistiche del balletto classico bisogna imparare a ballare a coppie, a trio e a gruppo e comportarsi secondo lo stile dell’epoca, sapere memorizzare le figure e comunicare con i partner durante la danza. Il corso è volto all’ampliamento del repertorio, al perfezionamento posturale, coreografico, musicale e scenico del danzatore e dedicato ai giovani allievi delle scuole di danza che sono già a conoscenza delle principali regole della danza classica e la praticano da alcuni anni.

Danza moderna è emersa dopo la prima guerra mondiale come una pausa dai modelli classici e tradizionali, incorniciata da movimenti d’avanguardia. Le moderne tecniche di danza hanno enfatizzato l’uso espressivo del busto, il lavoro a terra, le cadute e il recupero, l’uso della respirazione e movimenti più naturali e umani

Danza contemporanea emerge come un’evoluzione della danza moderna. Le sue tecniche e stili iniziarono ad emergere negli anni ’50, raggiungendo il loro apice negli anni ’60. La danza contemporanea cerca di rendere il processo più tecnico della danza moderna ma più autentico e naturale della danza classica.

Sbarra a terra è una tecnica di allenamento, che prende spunto dagli esercizi base che si eseguono nella tradizionale sbarra di danza classica. È un allenamento completo che coinvolge tutte le fasce muscolari e consente ai ballerini di migliorare la precisione dei movimenti e la postura del corpo. Esistono varie tecniche di Sbarra a Terra. Tutto nasce nel 1953 da Boris Kniaseff, ballerino francese e maestro di danza classica di origini russe, fonda il metodo “barre au sol”. Ha avuto l’idea di esercizi con movimenti presi dalla danza classica adattati da eseguire sul pavimento. Subito dopo, negli anni ’60, altri iniziarono a sviluppare una propria tecnica certificata prendendo spunto dalla “barre au sol” come per esempio Zena Rommett e  Maria Fay.  Nel corso degli anni la tecnica si è evoluta ed è diventata molto popolare nel mondo del fitness in generale. Oggi infatti, il Pilates, lo Yoga e l’allenamento della forza associati ai movimenti di balletto di base, rendono il condizionamento della sbarra un allenamento completo del corpo. Un’altra tecnica molta apprezzata   è Progressing Ballet Technique (PBT) è un programma innovativo sviluppato dall’insegnante australiana della Royal Academy of Dance Marie Walton-Mahon per gli studenti di danza ma non solo . Si tratta di una tecnica molto conosciuta in Australia, Stati Uniti e Russia e in tutte le Accademie coreutiche più rinomate al mondo.

Danza classica per adulti:

Non è mai troppo tardi per inseguire un sogno! Il corso è teso a migliorare la postura e la tenuta muscolare, a ritrovare le sensazioni del proprio corpo e a conoscere le basi di questa affascinante disciplina, con divertimento e autoironia, certo, ma pur sempre con serietà e professionalità

Pilates/ginnastica dolce

E la tecnica ideale per riequilibrare l’energia, sconfiggere lo stress, reimparare a respirare correttamente, potenziare al massimo il proprio fisico, lavorando i muscoli in profondità. Ideale per le persone che vogliono mantenere la forma fisica, o potenziarla al massimo, ma anche per chi ha problemi di postura, contratture e rigidità, per chi soffre di dolori lombari e cervicali. La tecnica è molto efficace anche nella riabilitazione, per prevenire la sintomatologia dolorosa: la maggior parte degli esercizi viene eseguita senza sovraccaricare la colonna vertebrale.

Fianchi sottili, addominali tonici, pancia piatta, minor incidenza di mal di schiena ed infortuni, postura corretta e portamento elegante.

Laboratorio coreografico:

– Studio del repertorio dei balletti classici;

– Studio delle coreografie della danza carattere, moderna, contemporanea;

– Studio individuale tecnico/pratico delle variazioni solistiche;

– Studio teorico/pratico sulla caratterizzazione espressiva del personaggio;

– Sviluppo delle capacità di interpretazione;

– Partecipazione a progetti culturali, concorsi ed eventi artistici.

Teoria e pratica musicale per la danza:

Studio di teoria musicale e solfeggio per sviluppare le competenze per la comprensione e la gestione dei fenomeni musicali in relazione al movimento.

Storia della danza dalla preistoria ai tempi moderni.

Scrivi qui
Parla con noi
Ciao
Scrivi le tue domande qui